Global Travel Expo per promuovere il turismo in Kenya

 
 
Nairobi, 09/10/2015
 
La manifestazione è uno degli eventi più importanti che il Kenya Tourism Board (KTB) ha identificato come piattaforma per rafforzare la capacità e soprattutto la volontà di ripresa del Kenya.
 

The Magical Kenya Travel Expo (MKTE) vedrà potenziali clienti e Tour Operator attraversare il Paese, dalle spiagge incontaminate della costa ai parchi nazionali del Kenya. Un ricco mix di avventura, cultura e autentici safari, gustando la cucina del Keniota.

Magical Kenya

MKTE è stata intrapresa per promuovere e rilanciare il Kenya nella mappa globale del turismo. Questa iniziativa si affianca ad altre mostre ampiamente pubblicizzate che KTB ha lanciato e partecipato nel corso degli anni.

Nella sua quinta edizione “The Magical Kenya Travel Expo (MKTE)” si terrà dal 15 al 17 Ottobre nella regione costiera del paese di Kwale, si attendono circa 180 operatori del settore provenienti da circa 35 paesi.

“Inizieranno il loro tour del Paese, prima di partecipare all’Expo principale “, ha detto l’Amministratore Delegato Muriithi Ndegwa del Kenya Tourism Board (KTB) in un comunicato diffuso a Nairobi.

Ndegwa ha detto che la manifestazione interesserà Agenzie di Viaggio, Tour Operator, albergatori e media operanti nel settore turistico provenienti da mercati di origine del turismo chiave del Kenya tra cui l’Africa, America, Asia ed Europa.

Fin dalla sua nascita, MKTE ha suscitato interesse e attenzione da parte dei soggetti interessati, come evidenziato dalla crescita di espositori di oltre il 40 per cento negli ultimi quattro anni. Alcune “new entry” di quest’anno includono Radisson Blue Nairobi, China Southern Airlines e Lufthansa.

Oltre dieci contee keniote saranno presenti come espositori, ma parteciperanno all’evento anche enti del turismo internazionali incluso il Burundi, l’India, il Ruanda, il Sud Africa, la Tanzania, l’Uganda e lo Zimbabwe.

Ndegwa detto che l’evento di tre giorni sarà preceduto da un viaggio di familiarizzazione all’interno del Paese per mostrare i “prodotti turistici” agli operatori del settore, quindi in grado di presentare al meglio l’opportunità di approvare il Kenya come meta turistica da proporre.

L’East Africa – in particolare il Kenya – ha intensificato la sua strategia di marketing per corteggiare i mercati chiave, in seguito ad una drastica diminuzione di turisti causata dall’insicurezza legata a fenomeni di terrorismo e avvisi di viaggio rilasciati da paesi che hanno sempre promosso il turismo nel Paese.

Il turismo è la seconda fonte di entrate in valuta estera per il Kenya – con le sue principali attrazioni turistiche – attraverso 19 parchi nazionali e la sua meravigliosa costa, anche se il paese si sta diversificando in altri settori come l’ecoturismo, il turismo congressuale e il turismo culturale.