Nessun caso di Ebola in Kenya, falso allarme

 
Nairobi, 12/10/2014
 
 
Prima di scrivere e pubblicare notizie infondate, a scapito del turismo e degli operatori locali che operano seriamente nel Paese, forse è opportuno informarsi meglio…
 

Al momento in Kenya non risuta esserci alcun caso della malattia, ma alcuni media internazionali hanno pubblicato una notizia allarmante. I test sulla donna keniota morta all’Aeroporto di Nairobi JKIA sabato sera (11/10/2014), hanno dato esito negativo per Ebola e Marburg virus, febbre emorragica che si manifesta con gli stessi sintomi.

ebola-virus1210

I funzionari della Salute riferiscono che la donna è deceduta per problemi ginecologici, dopo aver sanguinato attraverso le sue parti intime.

Il Direttore del Servizio Medico Dr Ncholas Muraguri ha detto che l’esame medico effettuato sui campioni di sangue della donna, presso il Kenya Medical Research Istitute (KEMRI) e il Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie labora, ha dato esito negativo.

Il Centro di Salute del JKIA, riferisce che un passeggero di sesso femminile a bordo di Kenya Airways volo KQ 355 scese a 18,45 con febbre alta e stava sanguinando. La donna si lamentava che si sentiva stordita e  subito dopo il suo arrivo ha iniziato a sanguinare copiosamente.

E’ stata rapidamente messa in quarantena presso il centro di screening in condizioni critiche
fino a quando sono stati fatti tutti i test. Un equipe medica ha tentato di rianimarla, ma ha cessato di vivere intorno alle ore 20 locali.

Il test negativo significa che il Kenya, pur ingiustamente classificato come paese ad alto rischio epidemia di Ebola da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, a tutt’oggi non registra alcun caso di questa malattia, a differenza di alcuni casi registrati in Europa.

Respiriamo un sospiro di sollievo…