Il Kenya intruduce il passaporto elettronico per aumentare la sicurezza

 
 
Nairobi, 19/04/2015
 
Il governo Keniota ha annunciato che a Novembre 2015 introdurrà il passaporto elettronico come parte delle misure volte a rafforzare la sicurezza nel Paese.
 
 

La Direzione dell’Immigrazione e Registrazione delle persone, Mr. Gordon Kihalangwa, ha detto che il passaporto elettronico avrà un chip dove sono memorizzati i dettagli di un individuo.

Senza-titolo-2-643x360

Sempre più Paesi rilasciano passaporti che contengono il chip elettronico detto RFID (Radio Frequency IDentification o Identificazione a Radio Frequenza). Questo tipo di passaporto è ormai utilizzato da più di 60 Paesi nel mondo.

Il passaporto, comunemente chiamato “elettronico” (all’estero e-passport), è progettato per comunicare via wireless i dati del microchip (trasponder) a un ricevitore.

Ma quali sono i dati all’interno del microchip nei nostri passaporti?

All’interno del dispositivo sono memorizzati:

• i dati dell’intestatario,
• la firma digitale dell’autorità che ha rilasciato il documento,
• la scansione digitale dell’immagine del possessore,
• i dati biometrici / impronte digitali

Introdotto per la prima volta in Malesia nel 1998 è, per ora, obbligatorio solo per entrare negli Stati Uniti, anche se la maggior parte dei Paesi rilasciano ormai solo questo tipo di passaporto.

Il Governo italiano ha deciso di adottare questo standard dal 26 ottobre 2006 e dal gennaio 2010 vengono presi anche i dati biometrici dei cittadini italiani.

“In Africa, solo il Burundi ha implementato il passaporto elettronico. A novembre, anche il Kenya presenterà il proprio passaporto elettronico,” ha detto Mr. Kihalangwa in un Twitter live chat con i Kenioti.

Come già detto, il passaporto elettronico è obbligatorio al momento per entrare negli Stati Uniti, quindi nessun problema per coloro che entreranno in Kenya con il passaporto tradizionale ancora in corso di validità. Karibuni Kenya !!