I nuovi aeroporti di Malindi e Diani, presto una realtà.

 

Malindi, 29/07/2014
 
L’Autorità Aeroportuale del Kenya (KAA) ha recentemente ufficializzato il lancio del loro nuovo terminal aeroportuale di Malindi.
 

Il nuovo aeroporto (la cui aerostazione è già praticamente pronta) potrà, secondo i dati forniti dal KAA, trattare fino a 500 passeggeri in qualunque situazione e ha aumentato la capacità di movimentazione passeggeri fino a 300.000 passeggeri/anno.

C

A differenza della vecchia e ormai superata aerostazione, il design del nuovo terminal incorporerà la separazione di arrivi e partenze, consentendo future operazioni internazionali, il momento in cui la pista sarà finalmente estesa per soddisfare le esigenze tecniche di velivoli più grandi, il che significa voli in arrivo e partenza per altri continenti.

In occasione di tale ufficializzazione la signora Lucy Mbugua, Chief Executive Officer del KAA (CEO, quello che noi chiamiamo Amministratore Delegato), ha in seguito effettuato una visita al campo di aviazione Ukunda a Diani Beach, dove ha ricevuto da Mr. Salim (Governatore di Kwale County), i Titoli di Proprietà recuperati nel corso dell’ultimo anno, tramite l’assistenza della Commissione Etica e Anticorruzione del Kenya. I terreni di appartenenza del KAA, riservati alla futura espansione del campo d’aviazione erano stati occupati e trasformati illegalmente in proprietà private, ostacolando il possibile prolungamento della pista.  Attualmente solo i turboelica stanno operando sulla pista di atterraggio di Ukunda, ma l’industria del turismo sulla costa sud da molto tempo richiede di migliorare e modernizzare Ukunda Airstrip (aviosuperficie, pista di atterraggio) per più voli diretti da Nairobi, il cui scopo è eliminare il traffico e gli ingorghi allucinanti che si affrontano utilizzando il famigerato traghetto che collega Likoni a Mombasa, che richiede più di tre ore a traversata, sottraento tempo prezioso al turista.

Si è anche appreso che la KAA ha aggiudicato un contratto chiavi in mano pari a 6,5 milioni di dollari alla società Israeliana Magal Security Systems per migliorare le aree critiche del Jomo Kenyatta International Airport di Nairobi, il principale aeroporto della capitale. I miglioramenti consisteranno in nuove tecnologie di controllo accessi, sorveglianza multi-point e di un sistema informativo integrato.  La società Magal negli ultimi anni ha già gestito contratti simili per il governo Keniota, guadagnando ottime credenziali per essere selezionata ad effettuare opere di miglioramento nella sicurezza aeroportuale nei grand hub dell’aviazione dell’Africa orientale.