Facebook Money Transfer riuscirà a competere con M-Pesa?

 
 
Nairobi, 23/03/2015
 
Gli analisti della City vedono comunque difficile la concorrenza per M-Pesa da parte di Facebook Money Transfer, una volta disponibile in Kenya.
 
 

Uno studio di ricerca presso la Standard Investment Bank di Nairobi vede una minaccia per i futuri piani aziendali di Safaricom – M-Pesa, nei nuovi servizi di pagamento mobile di Facebook.

bank-of-mark-z

Martedì scorso, Facebook ha annunciato che sta aggiungendo una funzione alla sua applicazione “Facebook Messenger”, la quale permetterà alle persone di inviare pagamenti direttamente ai loro amici sul social network.

La nuova funzionalità sarà lanciata nei prossimi mesi, inizialmente solo per gli utenti degli Stati Uniti. Sarà disponibile per i sistemi operativi Android e iOS Messenger, attraverso la sezione di messaggistica del sito di Facebook.

Per adesso il sistema funziona solo con carte di debito emesse dalla US Bank. Non si sa quando verranno aggiunte anche le carte di credito, nè quando il servizio si espanderà negli altri paesi.

Le persone dovranno registrare le loro carte di debito per inviare o ricevere pagamenti attraverso Facebook Messenger. Una volta impostato il servizio, saranno in grado di toccare l’icona del dollaro all’interno di una conversazione con un amico, e inserire la quantità desiderata di denaro da inviare.

“Il servizio di trasferimento denaro – sottolinea Safaricom – è abilitato solo per gli utenti di Facebook negli Stati Uniti, non vediamo alcun impatto immediato qui in Kenya. Facebook raggiunge attualmente meno di quattro milioni di utenti in Kenya”, ha ribadito il direttore affari societari di Safaricom Mr. Nzioka Waita in un’intervista.

In una nota di ricerca inviata agli investitori Giovedi scorso, gli analisti hanno detto che la probabilità che il servizio di trasferimento denaro implementato a livello globale sulla piattaforma di Facebook, aumenta la concorrenza per i servizi di pagamento mobile come M-Pesa, limitando i loro piani di crescita futuri. Safaricom, lo stesso giorno, ha invece affermato che non vede alcuna minaccia immediata sul mercato del Kenya.

Safaricom saprà comunque difendersi bene, circondata da una suite di servizi “di valore aggiunto” per proteggere la “sua” M-Pesa dalla concorrenza emergente.

“Crediamo che la forte rete di distribuzione che abbiamo costruito per M-Pesa – sia in Kenya e attraverso i suoi partner, in altri mercati – come Western Union e Moneygram, ci permetteranno di raggiungere ancora più clienti rispetto a prodotti come Facebook Money”, ha detto Mr. Waita.

“Anche se non sarà un grosso rischio immediato per i gestori affermati in Kenya come Safaricom, Facebook ha potenzialità decisamente diverse. Potrebbe strappare via le opportunità di business che la piattaforma M-Pesa sta cercando di perseguire per il futuro”, hanno detto gli analisti della Standard Investment Bank.

M-Pesa è stato lanciato in Kenya nel 2007 come un servizio di trasferimento di denaro da piattaforma mobile da persona a persona ma, nel corso degli anni, si è evoluta in un modello di pagamento popolare che viene utilizzato da piccole imprese e grandi aziende per effettuare pagamenti.

Nel mese di Dicembre Safaricom ha ottenuto una licenza da parte della Banca Centrale del Kenya che consente al gigante delle telecomunicazioni di trasferire denaro fuori dal paese, aprendo nuovi mercati per il suo popolare servizio di trasferimento di denaro mobile. Aspettiamo fiduciosi…

how to find the owner of a domain